Messaggio
Recensioni
Società felici. La morte del marketing post-moderno e il ritorno dei grandi valori PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Società felici. La morte del marketing post-moderno e il ritorno dei grandi valori

Francesco Morace


  Il recente testo del sociologo Francesco Morace è un'ottimo esempio di come il nuovo paradigma della complessità aiuti a comprendere gli 'attrattori' delle complesse dinamiche sociali ed economiche in corso.

   Con sguardo acuto, ma ancora più con 'lingua' sensibile direbbe forse lo stesso Morace, l'autore coglie i segnali deboli della realtà per inquadrarli in un mosaico dai mille tasselli che dia un senso generale ai cambiamenti in corso. Da par suo, Morace utilizza con 'esitazione e competenza' questi cambiamenti in corso per tracciare possibili scenari del prossimo futuro.

Leggi tutto...
 
Non linearità, caos, complessità - Le dinamiche dei sistemi naturali e sociali PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Non linearità, caos, complessità - Le dinamiche dei sistemi naturali e sociali

Cristoforo Sergio Bertuglia, Franco Vaio 

La comprensione dei fenomeni complessi (sistemi con tre o più corpi che interagiscono) e caotici (turbolenze) è stato possibile soltanto con la revisione delle millenarie impostazioni matematiche e geometriche della realtà (i "modelli").  Ma, come già intuiva Pascal: "Ogni cosa è cusata e causante, aiutata e adiuvante....". Quindi, anche i modelli matematico-geometrici e la nuova Teoria della Complessità si sono "circolarmente" influenzate nel concorrere a una nuova visione della realtà, dall'economia, alla fisica, dalla finanza ai sistemi biologici.

Fin dagli albori del pensiero scientifico moderno i modelli matematici sono stati utilizzati per la descrizione dei fenomeni. Il loro successo è stato notevole nelle scienze della natura, in particolare nella fisica, tanto che i modelli in questo ambito sono intesi spesso come «leggi universali». 

In altri ambiti scientifici, ad esempio nelle scienze sociali, la ricerca di pretese leggi universali è stata infruttuosa e i modelli sono utilizzati come strumento per organizzare i dati e come efficace stimolo per sviluppare e approfondire le idee, ma senza pretese esplicative di portata generale.

In questo libro la modellizzazione matematica è colta nei suoi aspetti comuni alle scienze della natura e a quelle della società, ed è vista evolvere dalle prime forme lineari, tipiche della scienza classica, a forme più articolate che sono all'origine di dinamiche più ricche e imprevedibili chiamate caos e complessità, dinamiche che la scienza classica non era stata in grado di trattare e che sempre più si vanno imponendo all'attenzione della ricerca attuale sia nelle scienze della natura sia in quelle della società.  

La realtà è complessa o semplice ?  Dipende: il testo mostra con chiarezza come lo stesso fenomeno possa, senza mutare la sua struttura ma soltanto la dinamica di qualche suo parametro, passare da un'evoluzione deterministica prevedibile, a una ancora deterministica ma imprevedibile, per poi dissolversi nell'imprevedibile "sensibilità alle condizioni iniziali" del regime caotico.  Lo stesso fenomeno!

La compessità e il caos hanno un'ordine visibile?   La capacità di lasciar "emergere" l'ordine e la logica nascosta di tali sistemi dinamici richiede un'apertura a modelli matematici iterativi, a modelli geometrici frattali e alla rinuncia delle pretese di prevedibilità, a favore di una maggiore comprensione della natura del sistema stesso.  Tale natura del sistema non è però determinata dalle sue parti, ma dalle relazioni esistenti tra esse, in un processo di influenza riflessiva e "circolare" che conduce all'autorganizzazione dei sistemi complessi.

Che ne è della matematica...?   Il moderno paradigma del "Computer cosmico" non rende molto merito alle precedenti impostazioni assiomatiche, formaliste, utilitariste della matematica, trasformandola invece in un apparato compuatzionale ricorsivo che "decomprime" le informazioni che la Natura "comprime" nei suoi "files" (DNA, molecole, strutture di base vegetali, organiche, biologiche).  Il computer è stato l'innesco di una ristrutturazione mentale e cognitiva che ha reso visibile la "granularità" delle informazioni e la conseguente "sensibilità alle condizioni iniziali" delle possibili evoluzioni di fenomeni complessi.

 
Nexus PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

NEXUS

Negli ultimi anni, sociologi, fisici, biologi hanno trovato moltissime (e fino ad oggi sconosciute) correlazioni tra il funzionamento della società umana e quello di altre realtà apparentemente distanti quali la cellula, l'ecosistema globale, Internet, l'apparato neuronale, il sistema stradale o ferroviario di una nazione.

Una nuova scienza, detta "delle reti", sta decifrando la struttura organizzativa sottesa a questi mondi, ed è arrivata a dimostrare che le relazioni personali, il nostro cervello, la propagazione di virus, la comunicazione e i trasporti agiscono secondo gli stessi schemi.[...]

Leggere Nexus è come mettersi un paio di occhiali speciali che permette di vedere il mondo in modo nuovo nel quale tutto è rete e le relazioni tra le singole componenti obbediscono a leggi sempre uguali.

Leggi tutto...
 
Segnaliamo il libro sulla complessità del Prof. Massimo Paoli PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Carlo Mazzucchelli   

Management della complessità, complessità del management.


Edito da FrancoAngeli è da poco in libreria l'ultimo libro del professor Massino Paoli, docente universitario, dal 1994 ordinario di Economia e Gestione delle imprese e di Economia e management dell'innovazione presso la facoltà di Economia dell'Università di Perugia.

Per acquistare il lbro.

Scheda del libro dell'editore FrancoAngeli

ll libro si divide in tre parti. Ciascuna di queste è dedicata ad una fonte rilevante di complessità che il management dell'innovazione dei sistemi multi-tecnologici, (prodotti o processi che siano) si trova a dover interfacciare.
Leggi tutto...
 
Convergenza culturale, media e partecipazione nel nuovo libro di Henry Jenkins PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   

Convergenza culturale, media e partecipazione nel nuovo libro di Henry Jenkins

Orsola di Iriospark

[Una recensione di Orsola su IRIOSPARK un blog con notizie, commenti e riflessioni sull'attualità manageriale. ]

"La convergenza culturale è un'espressione che denota un modello emergente di relazioni che intrecciano divertimento, pubblicità, marchi e utilizzatori in modo spesso creativo e sorprendente".

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2