Messaggio
Parlano di Retidivalore PDF Stampa E-mail
Scritto da Carlo Mazzucchelli   
Venerdì 22 Gennaio 2010 22:19


  • Segnalazione di Nordestcreativo
  • Segnalazione di Nuovo&Utile, il portale di Annamaria Testa:
    RETIDIVALORE - Complessità e impresa per i professionistiReti sociali e teorie della complessità applicate all’impresa in un blog che è anche social network e promuove contatti, collaborazioni e scambi di idee tra professionisti. A cura di Carlo Mazzucchelli. Tecnico-divulgativo, in italiano.
  • Segnalazione sul portale di Alessandro Cravera "Competere nella complessità": "Vi segnalo con molto piacere Retidivalore il nuovo portale collaborativo di Carlo Mazzucchelli, uno dei fondatori di Complexlab. Il portale ha contenuti molto interessanti per tutti gli appassionati di management, complessità, innovazione e networking. Come scrive Mazzucchelli, “L’idea è di dare vita ad un ambiente di incontro, conversazione, interazione e collaborazione online che possa far nascere un network professionale di specialisti, liberi professionisti e manager d’azienda interessati a confrontarsi sulle nuove teorie di management aziendale che fanno riferimento ai temi della complessità”.
  • Articoli ripresi su PMI NET - quando le imprese fanno rete - Blog di Daniele Vinci
  • Articoli pubblicati sulla Business Community di ECCELLERE
  • Un post pubblicato su http://www.attuazione.com/ che cita RETIDIVALORE come 24° blog sui temi del MANAGEMENT
Abbiamo incrociato, casualmente, www.networkedblogs.com/topic/management.

C’è una classifica di 50 blog di management (non abbiamo capito il criterio di classificazione). All’8° posto abbiamo trovato www.lucabaiguini.com. Il primo italiano.
All’interno, c’è un post “Cominciare e finire” dove si accenna a Lezioni Americane di Calvino, ma da lì andiamo a finire sui post, “Elogio delle limitazioni” e da lì a “Questione di vincoli”, dove troviamo scritto:

credo che uno dei compiti della formazione sia quello di mettere le persone in grado di esprimere il meglio di se, anche (il grassetto è nostro) in presenza di vincoli che rendono più difficile il compito.

Siamo d’accordo in parte, perché per noi i vincoli sono essenziali per esprimere il meglio di se.
Senza vincoli non sarebbe possibile. I vincoli non sono un impedimento. Anzi.
Tornando a “Cominciare e finire”, ci pare si orienti il pensiero verso la creatività. Il problema, secondo noi, non sta nel cominciare qualcosa, e quindi come dice Calvino nel scegliere cosa e come fare, quanto nel finire quel qualcosa. Vale a dire: quando si può dire che un lavoro è finito? Basta girarsi intorno e si trova di tutto e tuttavia sono davvero poche le cose che possono chiamarsi lavori finiti. Siamo in un mondo di semilavorati. Come questa nota.
Al 24° posto troviamo www.retidivalore.it.
Due post intriganti: il primo “Anelli che si rincorrono” dove si accenna all’ultimo libro di Hofstadter e si rimanda a Brain 2 Brain, e l’altro “Quale formazione manageriale?” dove si parla di una tavola rotonda che si terrà il 2 febbraio a Pescara, incontro che viene presentato così:

L’incontro si propone l’obiettivo di disporre di uno spazio dedicato alle idee in cui i partecipanti siano generatori
di dialogo, generatori del destino del gruppo, con l’intenzione di dare nuove forme a pensieri ed azioni …
assolutamente nuove ed inattese …
Lo spazio/idea sarà orientato alla cura verso l’altro e se stessi per un breve ma intenso processo generativo che
guardi oltre la regolarità dell’economia aziendale classica … per scrutare un nuovo orizzonte …

Questo per noi è un tipico linguaggio che non ha nulla a che vedere con l’attuazione. La domanda “Quale formazione manageriale?” non trova risposta.
Tornando a Brain 2 Brain, c’è molto e varrà la pena ritornarci. Nel frattempo, attraverso il suo slidespace, siamo finiti a “Introduzione allo humanistic management” di Marco Minghetti e da li a www.ecsi-edu.eu dove si annuncia che il 24-25 marzo ci sarà a Milano un seminario sulla Strategia Oceano Blu. Si dice che nell’edizione precedente c’era una platea composta dal 40% di amministratori delegati. Domanda: ma non hanno niente di meglio da fare? Di più: la gran parte dei partecipanti dice di aver valutato il seminario al top di tutti gli eventi a cui hanno partecipato negli ultimi anni. Ma in che mani sono le aziende?+
 
 
Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Marzo 2011 18:23