Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni clicca su Privacy Policy nel menu che trovi in fondo alla pagina a destra. (Cookie e Privacy Policy)

 

 

Tecnologiche, sociali, relazionali e professionali

 

 

 

La fine del ceto medio e la nascita della società low cost - Massimo Gaggi & Edoardo Narduzzi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Dall’introduzione: “Nuovi ricchi che spuntano ovunque e ostentano la loro opulenza improvvise povertà anche tra i lavoratori e i pensionati progressivo assottigliamento dei ceti medi che perdono sicurezze. Ma anche una nuova massa di consumatori low cost con più facilità nell’organizzarsi e più forza per soddisfare le proprie esigenze. La filosofia di consumo low cost deborderà inevitabilmente nella sfera pubblica: ciò significa ripensare l’offerta pubblica tendendo conto della minore disponibilità. Dovrà emergere la capacità di dar vita a un vero e proprio welfare low cost”

Un testo che fa pensare e ripropone come la trasformazione tecno-economico stia cambiando gli assetti della struttura sociale della nostra realtà Italiana. Divergenza delle classi sociali che come  anche illustrato da Richard Florida nel suo testo La classe creativa spicca il volo .

Molti sono gli aspetti e le considerazioni messi in luce dai due autori e tra  quelli che mi hanno più fatto pensare e/o che complementano altre mie idee, raccolte ed interiorizzata attraverso la lettura di altri testi, sono:

  • L’affermasi di nuovi classi sociali che vanno:
    • dalla sempre più contenuta classe aristocratica molto patrimonializzata in grado di assicurare consumi significativi
    • a quella tecnocratica, abbastanza numerosa, con redditi medi alti ma e notevoli capacità di consumare ciò che gli viene proposto e con il rischio di essere ingurgitata
    • dalla classe “massificata” di reddito medi basso alla quale il settore industriale sta proponendo servizi e prodotti low cost
    • e per terminare alla classe proletarizzata con scarso potere di acquisto consumando beni di primaria necessità  e usufruendo sempre più dei servizi sociali essenziali alla propria sopravvivenza.
  •  Una nuova distribuzione di poteri tra domanda e offerta in cui il ruolo di fornitore e consumatore diventa sempre più labile confondendosi.
    • Il consumatore assume un maggior potere nella relazione tra domanda ed offerta grazie alla maggior possibilità di accedere a costo quasi nullo alle informazioni e di essere immediatamente informato.
    • Il consumatore diventa parte attiva non solo della produzione del prodotto o servizio ma viene anzi desidera essere coinvolto anche nel processo di ideazione del prodotto
    • Le imprese conseguentemente ripensano i propri processi ricercado nella standardizzazione dei prodotti anche la personalizzazione.
    •  Altre entrando in una logica che va oltre alla personalizzazione co-producendo valore insieme ai suoi clienti per rispondere meglio alle esigenze del consumatore stesso.
    •  Altre ancora per competere inventano nuovi mercati perseguendo contemporanemante un’ottimizzazione dei costi abbinati alla’innovazione in cui è centrale la concezione di valore da  parte del consumatore del bene e servizio invece di “sbranarsi” alla continua ricerca di offrire servizi e/o prodotti al costo minore.
  • La presenza di un nuovo consumatore che è nomade ed interessato al binomio prezzo-praticità. Ripartisce su un maggior numero possibili di beni e servizi il reddito a disposizione. Spinge per la riduzione dei prezzi che questo non significa necessariamente ad una minore qualità. Esercita una continua pressione mirante ad ottenere servizi più abbondanti e diversificati a prezzi sempre ridotti. Approccio propositivo attento ed attivo perennemente informato o informabile. È un soggetto con un livello medio di conoscenza e di competenza di gran lunga più elevato rispetto al passato.

La low cost è un classe sociale che si sta affermando o è invece una forma mentis di chi acquista.  

Indipendentemente dalla possibile risposta il concento low cost non è più sinonimo di un status sociale o per identificare una impresa di un settore industriale ma è trasversale al settore industriale ed è fonte e stimolo di innovazione non solo di prodotto e/o di servizio ma anche di mercato.  

La  Low Cost è un’altro fattore che sta facendo cadere le barriere tra i settori industriali.

I miei e-book

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto

Per contattarmi

Email

Linkedin

Facebook

 

Informazioni

Informazioni

Privacy policy

Coockie Policy

Copyrights

Ringraziamenti

 

 

SoloTablet

Nato come progetto editoriale nel 2010, SoloTablet è diventato un punto di riferimento online importante per quanti sono interessati alle nuove tecnologie ed a un loro utilizzo critico e consapevole. SoloTablet contribuisce da sempre alla conoscenza delle nuove tecnologie e all'innovazione con narrazioni, riflessioni e approfondimenti su soluzioni, ambiti di applicazione, stili di vita, euristiche, buone pratiche, referenze e casi di studio.


Retidivalore è un progetto di Carlo Mazzucchelli - Creato nel 2009 è oggi utilizzato prevalentemente come semplice contenitore di informazioni online.

Copyright Retidivalore 2009-2017 - All Rights Reserved.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper